Cantine Aperte Trentino Alto Adige

Cantine Aperte Trentino Alto Adige

Trentino Alto Adige: vino e tradizione

Nella valle dell’Adige, dalle vigne trentine a quelle atesine alla scoperta di una viticoltura di antiche origini, con una secolare tradizione di qualità che trova riflesso nell’odierna e quanto mai varia produzione Doc.

La valle dell’Adige era rinomata per i suoi vini già in epoca romana quando il vigneto, per le diverse condizioni climatiche, era molto più esteso e in quota di quanto non lo sia oggi. Nel Medioevo, poi, la produzione vinicola divenne monopolio di importanti monasteri della Baviera e di Svevia, che stabilirono dipendenze a sud del Brennero mantenendo l’esclusiva delle uve Schiava fino in epoca napoleonica. Al 1874 risale infine la fondazione dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige, punto fermo della storia più recente, caratterizzata dalla crescente specializzazione della viticoltura montana. Il settore enologico, che conserva tutt’oggi un ruolo di primo piano, coinvolge circa 9000 ettari in provincia di Trento e 3800 in provincia di Bolzano, quasi sempre in coltivazione specializzata. È un settore difficile per gli alti costi, ma sorretto da una predisposizione ambientale alla vite che consente di concentrare gli sforzi sulla ricerca della massima qualità con un’ampiezza di proposte raramente riscontrabile altrove. Qualità dei vini e suggestione di paesaggio, d’altra parte, sono alla base del turismo enogastronomico che è diventato voce non indifferente dell’economia del comparto.

Cantine Aperte Trentino Alto Adige: gli eventi anno per anno!

L’ultima domenica di maggio in Trentino Alto Adige si rinnova l’appuntamento con Cantine Aperte, la principale manifestazione dedicata al vino organizzata dal Movimento Turismo del Vino.
Ecco gli eventi previsti anno per anno, fino ad oggi.

Errore nella selezione del database. Verificare i parametri nel file config.inc.php